28 Settembre 2020
RIPRISTINO PROCEDIMENTO OBBLIGATORIO DI MEDIAZIONE

Il Decreto Legge n. 69/2013, c.d. decreto "del fare", pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 21 giugno 2013, ha reintrodotto l´obbligo per le parti, prima di agire in giudizio, di tentare la mediazione in determinate materie civili e commerciali.

Tale normativa sarà applicabile solo 30 giorni dopo l´entrata in vigore della legge di conversione del decreto, in fase di approvazione parlamentare nella prima decade del mese di agosto, quindi in un termine ipotizzabile per la seconda metà di settembre.

Sulla base del nuovo comma 4 bis dell´art. 16 del D.Lgs. 28/2010, tutti gli avvocati iscritti all´albo sono di diritto mediatori. Il nuovo art. 12 c. 1 del Decreto Legislativo 28/2010 richiamato prevede che gli avvocati che assistono tutte le parti nel procedimento di mediazione dovranno sottoscrivere il verbale di accordo, affinché possa essere omologato e tale verbale possa in tal modo acquisire l´efficacia di titolo esecutivo.

Gli avvocati sono destinatari di precisi obblighi informativi nei confronti dei propri assistiti circa la possibilità di ricorrere alla mediazione. L´informazione deve essere fornita in modo chiaro e per iscritto, mentre il documento informativo deve essere sottoscritto dalla parte assistita e allegato all´atto introduttivo dell´eventuale causa.

Il nuovo c. 2 dell´art. 5 del Decreto 28/2010 prevede anche la possibilità per il giudice di disporre l´esperimento della mediazione nei procedimenti già in corso di primo grado o nel giudizio di appello.

Altra significativa novità è quella che tra le materie nelle quali vi è l´obbligo di mediazione non rientrano più le controversie di risarcimento dei danni derivanti dalla circolazione di veicoli e natanti, mentre il tentativo obbligatorio di mediazione è escluso del tutto per alcuni procedimenti, tra i quali quello di consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della lite previsto dall´art. 696 bis del codice di procedura civile.

Come regola generale, la mediazione dovrà essere svolta e conclusa prima di proporre la domanda giudiziale introduttiva della causa. Tuttavia, per i procedimenti cautelari e d´urgenza sarà sufficiente che l´istanza venga solamente depositata prima della proposizione della domanda giudiziale. Fanno eccezione alla regola generale i procedimenti per convalida di sfratto, i procedimenti possessori e i procedimenti per ingiunzione (inclusa l´opposizione), per i quali la domanda di mediazione andrà invece proposta dopo la domanda giudiziale e, rispettivamente, dopo la pronuncia del mutamento del rito ex art. 667 c.p.c., dopo l´ordinanza che pronuncia sul provvedimento d´urgenza ai sensi dell´art. 703 c. 3 c.p.c. e dopo la pronuncia sulle istanze di concessione e sospensione della provvisoria esecuzione.

Ai sensi del nuovo art. 6 c. 1 D.Lgs. 28/2010, infine il procedimento di mediazione deve avere una durata massima di tre mesi e non è soggetto ai termini di sospensione feriale, che, come noto, decorre dal 1 agosto di ogni anno sino al 15 settembre.

Per il resto, è stata ripristinata la disciplina previgente del procedimento di mediazione, in quanto riproposta dal D.L. n. 69/2013 in commento, e cioè la disciplina già introdotta dal citato D.Lgs 28/2010, prima che la Corte Costituzionale con la nota sentenza pubblicata in data 07.12.2012 ne avesse disposto l´incostituzionalità.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on line di mg-avvocati.it e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di acquisto e altro) è necessario immettere da parte dell´utente alcuni dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti ed archiviati per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di offerte e per poterla contattare.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;

MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@mg-avvocati.it . I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è

Elisabetta Marca
P.IVA 07315290960


Per ulteriori informazioni:
elisabettamarca@mg-avvocati.it
segreteria@mg-avvocati.it
torna indietro leggi Privacy  obbligatorio